Speciale marzo: buono del valore di 40 euro. Usa il codice sconto FIRSTLOVE40 direttamente nel carrello

GHISANATIVA: pentole, piastre, griglie e bruciatori in ghisa nuda, naturalmente antiaderenti

Minestra di farro e lenticchie (con pancetta)

Ricordo che durante l’inverno in casa di nonna le zuppe e le minestre sobbollivano lentamente nelle pentole di coccio sul fuoco più piccolo della sua cucina sgangherata. Il loro profumo era sempre uguale: se preparava le zuppe di verdura aggiungeva i legumi, se preparava le zuppe di legumi aggiungeva le verdure e i cereali. Il risultato aveva sempre lo stesso indimenticabile profumo e sapore. Anche oggi la nostalgia di lei mi pervade; la ricordo come fosse ieri tagliare il pane raffermo a tocchetti piccoli, raccoglierli in una ciotola e dare un buon giro d’olio prima di ripassarli in forno.

Anche io cucino le zuppe e le minestre come le preparava lei, con la stessa passione e lo stesso amore, ma non utilizzo più le pentole di coccio perché si rompono con facilità. Oggi uso quelle in ghisa naturale che mi assicurano un profondo godimento ad ogni preparazione.

La ghisa infatti ha la straordinaria capacita di accumulare il calore e redistribuirlo ai cibi in maniera uniforme, il tutto per garantire una cottura genuina e sana come quella di una volta e come quella che il coccio garantisce.

Il risultato è un piatto speciale, che per me sa di amore e nostalgia…

Oggi ti racconto come mia nonna preparava il farro e lenticchie in umido con cavolo cappuccio e pancetta e come amava accompagnarlo a dei crostini dorati eccezionali, un piatto semplice, povero, economico, ma tanto, tanto buono.

Difficoltà: bassa;

Costo: economico;

Porzioni: 4-5;

Tempo di cottura: 1h  e 30m circa;

Ingredienti

  • 200 g lenticchie (secche)
  • 200 g farro perlato
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 costa sedano
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • 100 g pancetta
  • acqua (salata o brodo vegetale) q.b.
  • 300 g cavolo cappuccio

Per i crostini:

  • 300 g pane raffermo
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • pepe (origano, rosmarino, sale, timo) q.b.
Zuppa farro legumi e pancetta

Metodo di preparazione:

Prepara un abbondante trito di sedano, carote e cipolle e rosolalo in un buon giro d’olio d’oliva.

Unisci la pancetta e poi il cavolo cappuccio affettato sottilmente.

Appassisci le verdure, poi aggiungi il farro e le lenticchie; lascia insaporire e aggiungi 1,3 litri di brodo vegetale bollente o di acqua salata.

Porta a bollore a cuoci a fiamma minima per poco più di un’ora, mescolando di tanto in tanto e unisci poca acqua o brodo bollente qualora servisse.

I tempi di cottura sono comunque variabili e dipendenti dai legumi utilizzati.

Mentre la zuppa cuoce, taglia il pane a cubetti, raccoglilo in una ciotola, unisci delle spezie a piacere, insieme ad un pizzico di sale e un buon giro d’olio (io amo utilizzare almeno rosmarino e pepe nero).

Mescola, sposta su una teglia e ripassa in forno a 180°C per 10 minuti, rigirando un paio di volte.

Cotta la minestra e ristretta al punto che desideri, lascia riposare un po’, impiatta, dai un giro d’olio e servi con i crostini dorati appena fatti.

La nostra minestra di legumi e cereali è pronta, vedrai che bontà!

Fernanda Michela Nicotra

Fernanda Michela Nicotra

“Mamma, moglie e blogger. Ho un mio blog su Giallo Zafferano e cucino piatti semplici come le faresti tu. Ho scritto il primo ebook di ricette Ghisanativa e ne sono molto orgogliosa. L’hai scaricato?
Cercami su Instagram @ilcaldosaporedelsud e su Facebook.”

Questa ricetta è stata realizzata su

error: Content is protected !!