Speciale marzo: buono del valore di 40 euro. Usa il codice sconto FIRSTLOVE40 direttamente nel carrello

GHISANATIVA: pentole, piastre, griglie e bruciatori in ghisa nuda, naturalmente antiaderenti

Ciacci di castagne

Ho un rapporto un po’ strano con le castagne. Le mangio solo se abbinate a qualcosa di salato. Solitamente infatti, mentre tutti mangiano le caldarroste, io me ne guardo chiedendomi come facciano a piacere. Mi sono ricreduta provando questa ricetta e ti devo confessare che ora il gusto di castagne non mi sembra poi così male.

La ricetta che ti presento è tipica dell’Appennino modenese ma anche della Toscana ed è fatta solo con farina di castagne e acqua.

Ciacci di castagne ripieni

Queste piccole crêpes sono perfette per essere riempite di salumi (con il prosciutto crudo sono le mie preferite) ma anche con un po di ricotta, miele e cannella diventano un dolcetto niente male.

Ingredienti

  • 400 gr di farina di castagne
  • 400 gr di acqua 
  • 1 pizzico di sale

Metodo di preparazione

In una ciotola setaccia la farina di castagne, aggiungi un pizzico di sale e l’acqua mescolando gradatamente con una frusta (potrà servirti più o meno acqua a seconda della tipologia della tua farina) dovrai ottenere una pastella simile a quella delle crêpes.

Riscalda bene la piastra o la crepiera ungendola leggermente con un po’ di olio (la tradizione vorrebbe la cotica del prosciutto o lo strutto).

Versa un mestolo di composto e roteando fallo aderire su fatta la base.

Cuoci per un paio di minuti per lato.

Servile calde con prosciutto crudo o speck per la versione salata oppure ricotta di pecora, miele, buccia di limone e cannella per la versione dolce.

Giulia Prandini

Giulia Prandini

“Si cucina sempre pensando a qualcuno, altrimenti stai solo preparando da mangiare”

“Sono Giulia, ho 31 anni e ho lavorato per 15 anni nelle cucine di diversi ristoranti. Ma ora che sono diventata mamma di Ryan ho deciso di dedicarmi alla mia passione in modo alternativo, concentrandomi su nuovi progetti basati su una cucina buona ma prima di tutto sana.”

Questa ricetta è realizzata su

error: Content is protected !!