Speciale marzo: buono del valore di 40 euro. Usa il codice sconto FIRSTLOVE40 direttamente nel carrello

GHISANATIVA: pentole, piastre, griglie e bruciatori in ghisa nuda, naturalmente antiaderenti

Ruffled milk pie

Ingredienti

  • 120 ml di latte
  • 1 uovo grande
  • 50 g di zucchero
  • una punta di cucchiaino di cannella in polvere
  • 8 fogli di pasta fillo
  • 60 g di burro + quello per imburrare la teglia

Per guarnire

  • q.b. zucchero a velo
  • q.b. cannella

Imburra bene la padella con il burro freddo, ungendola in modo uniforme.

Scalda il forno a 170-175° in modalità statica.

Fondi il burro mescolandolo bene affinché non si separi (oppure scegli un burro chiarificato).

Con l’aiuto di un pennello da cucina, spennella un foglio di fillo per volta, poi create tre pieghe per dal lato più lungo, plissettandolo due o tre volte. Adagialo sulla padella in ghisa arricciandolo in modo irregolare.

Procedi allo stesso modo per gli altri fogli di fillo, incastrandoli in modo irregolare tra loro, quasi a creare un disegno con anse e curve: cuoci 20 minuti nel ripiano intermedio nella pentola in ghisa naturale che va leggermente unta di burro.

Nel frattempo realizza l’impasto: scalda il latte con la cannella e, fuori dalla fiamma, sciogli all’interno lo zucchero. Quando sarà tiepido, inserisci l’uovo e mescola bene con una frusta a mano.

Con l’aiuto di un guanto da forno rimuovi la padella e versa delicatamente l’impasto tra le anse della pasta fillo, inserisci nuovamente in forno nel ripiano medio basso e cuoci altri 20-25 minuti circa, finché sarà ben dorata in superficie.

Sforna e servila tiepida cosparsa di zucchero a velo – e se vuoi aggiungi anche un pizzico di cannella in polvere.

Ruffle pie su ghisa naturale
This image has an empty alt attribute; its file name is image.png

Alice Parretta

Ci sono incontri che ti cambiano la vita, quello con la pasticceria ha cambiato la mia.

Nata e cresciuta a Firenze, dopo aver dedicato gli anni di studio a percorsi molto differenti nell’ambito della psicologia e dello sport, si imbatte per caso con i forni e fornelli e scopre la sua vera passione: la pasticceria!
Dopo una iniziale formazione da autodidatta, frequenta corsi di base in alcune scuole fiorentine per poi conseguire il diploma presso l’Accademia Italiana Chef di Bologna, settore pasticceria.
Ama profondamente i libri, i gatti e i carboidrati.
“Il Dolce Di Alice” è il nome del mio blog e dei miei profili social dove pubblicizzo la mia attività come chef pasticcera a domicilio e come formatrice di primo livello che svolgo nella realtà fiorentina.

Questa ricetta è stata realizzata su

error: Content is protected !!