Speciale marzo: buono del valore di 40 euro. Usa il codice sconto FIRSTLOVE40 direttamente nel carrello

GHISANATIVA: pentole, piastre, griglie e bruciatori in ghisa nuda, naturalmente antiaderenti

Pizza di cavolfiore

Cosa c’entra il cavolo con la pizza? Se non avete mai provato la “pizza di cavolfiore”, non potete capire che ottima alternativa sia alla vera pizza!

Sei alla ricerca di un pasto veloce, senza glutine e completo? Stai cercando di far mangiare il cavolo al tuo bambino ma non ci riesci? Sei a dieta ferrea ma hai voglia di una pizza?

Ecco un vero e proprio piatto unico che può diventare super sfizioso se aggiungi po’ di verdure e qualche fetta del tuo salume preferito. E allora che aspetti? Divertiti con me a riproporre questa ricetta su Ghisanativa.

Ingredienti

  • 1 kg di cavolfiore
  • 30 gr di farina di riso (o farina di mandorle per un gusto più rustico e con pochi carboidrati)
  • 50 gr di parmigiano (facoltativo)
  • 2 albumi o 1 uovo intero
  • Sale
  • Pomodoro/ mozzarella e i condimenti che più preferisci

Metodo di preparazione

Lava il cavolo, dividilo in cimette e frullalo in un frullatore a lame rotanti fino a che non diventa granuloso. Dovrebbe risultare come un cous cous.
Metti tutto in una ciotola e aggiungi l’uovo, la farina, il parmigiano e il sale, mescola bene e trasferisci tutto sulla piastra rivestita di carta forno stendendolo bene e lasciando i bordi un po’ più spessi.

Cuoci in forno a 200°C per 20 minuti successivamente togli la piastra Ghisanativa dal forno e aggiungi pomodoro, mozzarella e i condimenti che più preferisci e metti nuovamente in forno per altri 10/15 minuti.
Lascia raffreddare leggermente prima di servire.

Consigli di uso:

L’impasto risulta un po’ appiccicoso. Così ho utilizzato la carta forno per estrarre più facilmente la pizza dalla piastra. Ma normalmente io non uso la carta forno con Ghisanativa.

Giulia Prandini

Giulia Prandini

“Si cucina sempre pensando a qualcuno, altrimenti stai solo preparando da mangiare”

“Sono Giulia, ho 31 anni e ho lavorato per 15 anni nelle cucine di diversi ristoranti. Ma ora che sono diventata mamma di Ryan ho deciso di dedicarmi alla mia passione in modo alternativo, concentrandomi su nuovi progetti basati su una cucina buona ma prima di tutto sana.”

Questa ricetta è realizzata su

error: Content is protected !!