Speciale marzo: buono del valore di 40 euro. Usa il codice sconto FIRSTLOVE40 direttamente nel carrello

GHISANATIVA: pentole, piastre, griglie e bruciatori in ghisa nuda, naturalmente antiaderenti

Pan brioche dal cuore di cioccolato senza burro e uova

Mercoledì mattina: è quasi l’alba, mi sveglio e non riesco più a prendere sonno. Il Natale è in arrivo, il lavoro è tanto, la mente lavora e il sonno vola via.

Silenziosamente indosso la vestaglia e senza neppure togliere il pigiama corro in cucina a mettere le mani in pasta a trasformare pochi ingredienti in qualcosa di buono mi mette già il buon umore.

Impasto lentamente e con cura a mano. Metto a lievitare, mi siedo sul divano e torno a dormire. Mi sveglio un paio d’ore dopo o poco più, giusto il tempo di formare i miei panini dolci, metterli nella mia teglia in ghisa naturale e lasciare che il loro profumo svegli tutto il resto della famiglia.

Se hai voglia di un risveglio domenicale, questa ricetta fa al caso tuo.

Ingredienti per 12 panini

  • 300 g farina Manitoba
  • 300 g farina 00
  • 350 g yogurt greco (bianco)
  • 50 g olio di semi di girasole
  • 150 g latte (tiepido)
  • 5 pizzichi di sale
  • 120 g zucchero
  • 1 cucchiaino essenza di vaniglia
  • scorza d’arancia (biologica) q.b.
  • 200 g cioccolato fondente
  • 3.5 g lievito di birra secco (o 12g fresco)

Metodo di preparazione

Raccogli la farina in una bowl, versa il lievito e poco latte tiepido, aggiungi lo zucchero e il resto del latte, mescola e aggiungi ancora lo yogurt, lo zucchero, l’olio e il sale.

Amalgama nella bowl mescolando con un cucchiaio, unisci l’essenza di vaniglia e la scorza d’arancia.

Impasta con le mani e dopo qualche minuto passa alla spianatoia.

Lavora l’impasto, che all’inizio si presenterà appiccicoso, sollevandolo e ripiegandolo su se stesso, ma resistendo alla tentazione di aggiungere farina.

Naturalmente ogni passaggio potrà essere eseguito con la planetaria, se preferisci.

Impasta per almeno dieci minuti, quando noterai che la massa avrà preso consistenza, staccala dal piano con un tarocco e forma una pagnotta.

Riponi la pagnotta in una bowl, copri con pellicola e riponi a lievitare al caldo fino al raddoppio.

Ci vorranno dalle 2-3h a 28°C , se potete riponi in forno con la luce accesa.

A pasta raddoppiata, dividila in 12 pezzi da 100g circa e forma delle palline.

Allarga le palline e forma dei dischetti che siano più spessi al centro. Poi metti un bel pezzetto di cioccolato e richiudi portando i lembi verso il centro e sigillando bene.

Posiziona le palline in una teglia ricoperta di carta forno, accostandole le une alle altre. Nel mio caso, utilizzando Ghisanativa non ho utilizzato la carta forno. Per la cottura io non ho scelto una teglia, ma una  piastra in ghisa naturale senza rivestimenti chimici, con capacità antiaderenti.

Le pentole in ghisa come la mia, hanno la straordinaria dote di distribuire il calore  maniera uniforme, naturale e costante simulando la cottura nel forno a pietra e regalando prodotti fragranti, genuini proprio come quelli che facevano le nonne. Tra l’altro, l’assenza di rivestimenti chimici, garantisce la produzione di alimenti senza alcuna alterazione chimica per totale assenza di metalli pesanti.

Riponi la teglia con le palline farcite, a lievitare per altri 35-40 minuti, a raddoppio avvenuto, spennella con uovo battuto e cuoci in forno statico a 170°C per 35-40.

Se utilizzi una teglia in ghisa, posizionala sulla base del forno, in modo che scaldi bene e cuocia il suo contenuto.

Sforna le brioches, lascia intiepidire e servi.

Fernanda Michela Nicotra

“Mamma, moglie e blogger. Ho un mio blog su Giallo Zafferano e cucino piatti semplici come le faresti tu. Ho scritto il primo ebook di ricette Ghisanativa e ne sono molto orgogliosa. L’hai scaricato?
Cercami su Instagram @ilcaldosaporedelsud e su Facebook.”

Questa ricetta è stata realizzata su

error: Content is protected !!